lunedì 4 agosto 2014

In campo senza un occhio grazie ai Rugby Goggles.

A maggio, la Federazione francese di rugby aveva ritirato la licenza a Florian Cazenave, impossibilitato a giocare oltralpe dopo aver perso l’uso dell’occhio sinistro a causa di un incidente domestico della scorsa estate. Il regolamento della FFR, infatti, non permetteva all’ex Perpignan di indossare speciali occhiali protettivi, mettendo la parola fine alla sua carriera, perlomeno in patria.

Rugby Goggles, però, sono consentiti in Italia e ciò ha permesso al 24enne mediano di mischia di accasarsi al Rugby Reggio, che parteciperà alla prossima Serie A ed attuale casa di un suo vecchio compagno, Viliami Vaki. Ed è lo stesso Cazenave a raccontarsi al sito ufficiale della società emiliana: “Quando ho avuto questo incidente l’anno scorso e ho saputo che non avrei potuto continuare, almeno per il momento, la mia carriera in Francia ho subito cercato un’alternativa – spiega il giocatore – Purtroppo infatti per stare in campo avrò bisogno dei google glass e in Francia non sono permessi. Avendo giocato per 7 anni a Perpignan conoscevo bene Viliami Vaki e l’ho contattato. 
E’ stato bello ritrovare un amico che mi ha spiegato gli obiettivi della società di Reggio e il progetto che questo club porta avanti, incentrato sulla valorizzazione dei giovani. Mi sono subito appassionato alla sfida e non vedo l’ora di mettermi alla prova e tornare in campo! Il mio primo obiettivo è quello di imparare l’italiano, dopo di che darò il massimo per essere d’aiuto ai miei compagni in campo e riportare il Rugby Reggio in Top 10. Sono felice di essere qui, il club rossonero mi ha dato una grande possibilità e non lo deluderò”.

fonte: OlimpiaAzzurra