sabato 9 agosto 2014

Le parole di Gabriel.


Gabriel, uno dei protagonisti del documentario Il sogno di Omero - The Dream of Homer racconta la sua esperienza con queste splendide parole: 

"Non l'avrei certo ipotizzata fra le esperienze che si sarebbero manifestate a breve nella mia vita, nemmeno se mi avessero chiesto: "Vai, prova a spararla grossa, che farai fra, uhm, 6 mesi?"
Magari mi sarebbe venuto di dire... "Farò un viaggio in Micronesia", oppure che so, "scopro che divento zio per la seconda volta", o... "mi invitano ad accarezzare una tigre". Ma non mi sarebbe di sicuro venuto in mente di dire che avrei partecipato ad un film-documentario, come attore.
Ed invece è proprio questo, anzi, con questo che la vita mi sta sorprendendo oggi. Lo scrivevo qualche giorno fa qui su FB, che la mia vita, da qualche anno ad oggi, si è riempita di magia e, assieme a tanti altri eventi, anche questo ne è una manifestazione.
Diretto dal regista ed amico Emiliano Aiello, assieme al cameraman Luca Bellino, ad altre persone del team che ancora non ho incontrato, e ad altri amici coprotagonisti, stiamo dando vita al progetto intitolato: "Il Sogno Di Omero": Un documentario che, rivisitando l'odissea, racconta i propri protagonisti ciechi attraverso i loro, i nostri stessi sogni messi in scena e da noi stessi recitati.
L'esperienza è bella, interessante, ricca da e piena sotto una moltitudine di punti di vista differenti fra i quali, quello che più mi attrae è l'opportunità di osservare me stesso e gli altri , in situazioni mai vissute prima.

Grazie a chi ha reso possibile la mia partecipazione al progetto. Ed a tutti voi per avermi letto fin qui."